Il meato acustico

Il meato acustico è una delle parti che compongono l’orecchio esterno. Esso è costituito di materiale fibro-cartilagineo ed osseo ricoperto di tegumento.

Il meato acustico è il canale che collega il padiglione auricolare, che si trova nella parte esterna dell’orecchio, alla parte interna dell’orecchio, in prossimità del timpano.

Il suo spessore diminuisce con l’avvicinarsi man mano nei pressi del timpano ed è il punto in cui finisce.

La parete esterna dell’oreccchio è quella che in genere interessa l’utilizzo tappi per il rumore, filtri acustici e cuffie auricolari in ear.

Essendo costituito da tessuto cartilagineo possiede una propria flessibilità naturale e con l’utilizzo di auricolari interni all’orecchio si ha talvolta una sensazione di fastidio o di dolore.

L’uso di tappi in spugna non risulta essere un problema ma se si utilizzano dei tappi in gomma più rigida, se non di particolare forma o morbidezza, si rischia di avvertire un dolore insopportabile.

Nei casi in cui si utilizzino degli auricolari per ragioni professionali si consiglia di prendere l’impronta dell’orecchio e farsi fare degli auricolari personalizzati con calco. La perfetta aderenza all’orecchio ed i materiali utilizzati oggi per la costruzione di sistemi in-ear risolve il problema.

Lascia un Commento